| 0 commenti ]


Scenario: OpenSUSE 11.1, KDE 4.2, Amarok 2
Problema: Amarok non suona niente: no mp3, no Last.FM, no Jamendo, niente di niente. Muto. Il resto funziona normalmente: ad es. riesco a sentire l'audio dei video di Youtube o se uso un altro player.
Soluzione (possibile): il problema in questo caso dovrebbe essere riconducibile al backend usato da Amarok, vale a dire Xine, che nell'installazione di default manca di alcuni plugin (oltre a quello per leggere gli mp3 anche a quelli per DVD e DivX). Per installare i codec mancanti si può fare così:

  • Configurare il repository Packman
  • Installare il pacchetto libxine1-codecs. Si può usare Yast o lanciare da terminale il comando zypper in libxine1-codecs (il comando deve essere eseguito con l'utente root per funzionare)

| 0 commenti ]


E.ggTimer è una utility web che permette di creare un conto alla rovescia dentro a una pagina del nostro browser.
L'uso è davvero banale: basta aggiungere all'indirizzo http://e.ggtimer.com il numero di ore, minuti o secondi da cui vogliamo far partire il conto alla rovescia (andranno scritti in inglese).
Ecco qualche esempio:

Un'idea semplice e utile per evitare di far scuocere la pasta mentre si naviga. Oppure un aiuto per ricordarci di staccare gli occhi dal monitor, almeno ogni tanto.

via | Lifehacker

| 0 commenti ]

Un altro bellissimo esempio di abilità comunicativa da Common Craft. Questa volta la serie "In plain English" si occupa dell'hardware dei computer. Lo stile è quello che abbiamo imparato a conoscere nelle puntate precedenti: figurine di carta stilizate e dita che appaiono e scompaiono dallo schermo.
Per spiegare com'è fatto un computer a chiunque - lo scopo è questo quindi i geek potrebbero restare delusi - è stata scelta la metafora della casa. Non voglio rubarvi altro tempo, godetevi il video.

| 6 commenti ]

Un video abbastanza impressionante della versione di Elive che incorpora Compiz. Il mix tra quello che alcuni anni fa era il desktop manager più cool e quello che è tuttora il compositing window manager più cool è decisamente interessante.



Se vi ha convinto potete scaricare il LiveCd da qui.

p.s. notato niente intorno al minuto 00:45? ;-)

| 0 commenti ]

Il video - un pochino tristanzuolo - è utile per avere una prima infarinatura sul cloud computing, la next big thing del 2009.



via | berkeleyclouds

| 0 commenti ]

Ecco, non credo che sia in assoluto il modo più veloce per creare video tutorial, ma se avete voglia di impressionare i vostri lettori il metodo usato nel filmato è perfetto.

| 0 commenti ]


Nova Baire è il nome della prima distribuzione cubana. A partire da Gentoo e Gnome, gli studenti della Facultad de Software Libre della UCI di Cuba hanno creato una versione di GNU/Linux orientata al desktop e capace di prestazioni dignitose anche su hardware datato.
Una della leve che dovrebbero portare all'adozione di Linux, secondo gli sviluppatori, è la tutela della sicurezza nazionale. Microsoft è un prodotto dei gringos e nel codice dei software proprietari potrebbero nascondersi sorprese sgradite.

p.s. se siete curiosi di provarla, vi sconsiglio di cercare di scaricarla dal sito ufficiale: i link verso Cuba sono sempre molto lenti. Provate a indovinare perché...

| 0 commenti ]

TinyChat è un servizio gratuito che consente di creare una sessione di chat con un paio di click. La stanza della chiacchiere così creata sarà accessibile attraverso il browser a tutte le persone a cui distribuiremo l'url (tiny anche quella...).

Il servizio è davvero essenziale: oltre a chattare, possiamo solamente cambiare nickname, salvare i log e inserire la finestra di chat nel nostro sito o blog. Tutto qui.
Nel momento in cui chiuderemo la finestra o la scheda del browser tutto quello che è stato scritto verrà cancellato.

Soluzione davvero ingegnosa se abbiamo la necessità di scambiare veloci messaggi testuali con più persone e non vogliamo perdere troppo tempo per capire quale sistema di messaggistica utilizzare.

| 0 commenti ]

Se abbiamo la necessità di cancellare completamente l'history, vale a dire lo storico dei comandi che abbiamo impartito attraverso la shell, possiamo utilizzare il builtin history così:

history -c Se siamo un pochino paranoici ma non vogliamo privarci della comodità di avere quantomeno l'history per la sessione corrente, possiamo decidere di cancellare tutto una volta chiusa la shell.
Per cancellare l'history al logout dobbiamo aprire (o eventualente creare) nella nostra directory home il file .bash_logout
vi ~/.bash_logout E aggiungerci esattamente lo stesso comando che abbiamo visto prima history -c

| 1 commenti ]


Ok, lo saprete sicuramente tutti da un trilione di anni, ma io l'ho scoperto solo ora: gli utenti TIM possono inviare ogni giorno fino a 5 SMS gratis ad altri utenti TIM.

Ecco cosa dobbiamo fare per poter usufruire di questo meraviglioso dono:
  • scegliere una password numerica sufficientemente complessa (11111111 e 12345678 non valgono!) e inviarla gratuitamente al 49001. La sintassi del messaggio deve essere questa:
    TIM (spazio) password es: TIM XXXXXXXX
  • Loggarsi in questa pagina usando come utente il proprio numero di telefono e come password quella che si è appena scelta.