| 0 commenti ]

Forse avete sentito parlare di Bitcoin, la più nota e diffusa delle criptovalute.
Forse sapete che non è così semplice procurarseli, anche se, rispetto ai primi tempi, oggi è molto meno complicato.
Forse non sapete, però, che è possibile ottenere Bitcoin in modo totalmente gratuito.

Se tutto quello che ho scritto finora vi sembra arabo, vi consiglio di vedere il vedere qui di seguito. Il migliore fra le decine di quelli che ho visto.



Crearsi il proprio portafoglio virtuale

Per prima cosa è necessario procurarsi un portafoglio virtuale. Il servizio che utlizzo e che vi consiglio si chiama Xapo.

Iniziare a guadagnare Bitcoin senza spendere nulla

Esistono diversi metodi per guadagnare Bitcoin senza spendere nulla, quello più semplice, probabilmente, consiste nel utilizzare un cosiddetto faucet, letteralmente rubinetto.

Ecco un elenco in costante aggiornamento, proprio di questa tipologia di servizi. Non dovrete far altro che registrarvi e iniziare a guadagnare Bitcoin gratis, dopo un intervallo di tempo variabile.



| 0 commenti ]

Avete appena scritto la vostra password supersegreta per accedere a RHN (magari usando rhn-channel...) e non volete cancellare tutta l'history.
Si può fare.
Così:

1. Individuare la/le riga/he che vi interessa rimuovere lanciando il comando history senza opzioni
2. Usare il comando history con l'opzione -d più il numero della riga da cancellare
history -d 340
3. Salvare la modifica appena fatta
history -w

| 0 commenti ]

Listare i canali sottoscritti

rhn-channel --list
Listare i canali disponibili
rhn-channel -L -u <username> -p <password>
Aggiungerne uno
rhn-channel --add --channel=rhel-x86_64-server-optional-6
Indovinate un po' come si fa a rimuoverne uno.

| 1 commenti ]

Creare il file per il repository sotto /etc/yum.repos.d. Chiamiamolo ad esempio: rhel-dvd.repo (attenzione: l'estensione è fondamentale). Di default il repository sarà disabilitato, per evitare messaggi d'errore ogni volta che si invoca yum senza la iso montata o il DVD nel lettore

[dvd]
name=Red Hat Enterprise Linux Installation DVD
baseurl=file:///media/Server
enabled=0

Montare la iso sotto /media

mount -o loop /vv_acsor/rhel-server-5.8-x86_64-dvd.iso /media/

Ora per installare un pacchetto sarà sufficiente digitare il comando:

yum install --enablerepo=dvd nomepacchetto

| 1 commenti ]

Semplice:

export no_proxy=localhost,127.0.0.0,10.102.10.204

| 0 commenti ]

Gran bello speech del boss di Linus, Jim Zemlin, al TEDx di Portland.


Link:

http://www.linux.com/news/featured-blogs/185-jennifer-cloer/715856-jim-zemlin-at-tedx-what-weve-learned-from-linus-torvalds/

| 0 commenti ]

Per poter utilizzare git dietro a un server proxy è sufficiente configurare il parametro http.proxy con il comando che segue

git config --global http.proxy http://proxyuser:proxypwd@proxy.server.com:8080

| 0 commenti ]

EPEL (Extra Packages for Enterprise Linux) è un repository di pacchetti aggiuntivi per RHEL e derivate.
Si configura così:

rpm -Uvh http://dl.fedoraproject.org/pub/epel/6/i386/epel-release-6-8.noarch.rpm
Aggiorniamo e proviamo a installare un pacchetto.

yum update
yum install bash-completion

| 0 commenti ]

Problema:
Ehm, ho fatto una piccolissima cappella: ho distrutto i Logical Volume di una macchina virtuale e sostituito i dischi senza ricordarmi di cancellare i riferimenti nel file /etc/fstab.
Inutile dire che il sistema non l'ha presa benissimo e si è rifiutato di salire, presentandomi invece il simpatico "Repair Filesystem" prompt e montando anche "/" in sola lettura.

Soluzione:
Rimontare "/" anche in scrittura e rimuovere le righe che puntano ai filesystem non più esistenti.
Repair filesystem # mount -w -o remount /

| 0 commenti ]

Scenario:
RHEL 5.4 con due interfacce di rete clonata su vSphere 5

Problema:
Quando si avvia la rete viene restituito questo errore: RTNETLINK answers: network is unreachable

Soluzione:
Andare a vedere cosa è finito nel file /etc/sysconfig/network-scripts/route-eth0 e rinominarlo. La rete magicamente tornerà a funzionare correttamente.